Diagnostica Urologica

Ecografia renale

Esame non invasivo, indolore, privo di rischi e/o effetti collaterali, per la valutazione della morfologia, delle dimensioni dei reni e delle vie urinarie. Si prescrive a seguito di eventi dolorosi (coliche renali), episodi di sangue nelle urine (ematuria), senso di peso al fianco, ipertensione arteriosa, alterati valori della azotemia e creatininemia.

Utile per controlli periodici a scopo preventivo o per monitorare patologie conosciute.

Ci porta a conoscenza della presenza di neoplasie renali, calcolosi renale, malformazioni, presenza di dilatazioni della pelvi renale e danni alla parte funzionale del rene, cisti renali.

Ecografia vescicale

Diagnostica indolore, senza rischi e non prevede l’uso di radiazioni. Si basa sull’utilizzo degli ultrasuoni. Viene richiesta nei casi di cistiti recidivanti, ematuria, oppure come controllo annuale di prevenzione.

Può mettere in evidenza la presenza in vescica di neoplasie, calcoli vescicali,

diverticoli, problematiche prostatiche, che dovranno poi essere approfondite con l’ecografia prostatica transrettale lineare.

Ecografia prostatica transrettale

Consiste nell’introduzione di una sonda endorettale per visualizzare la prostata su piani diversi. Indispensabile per trovare le cause di disturbi urinari quali getto debole, nicturia e bruciori minzionali. Con il PSA elevato o con esplorazione rettale positiva, l’ecografia contribuisce alla diagnosi di neoplasia. La strumentazione utilizzata indica dettagli anatomici ad altissima risoluzione e informazioni molteplici. Durante l’esecuzione dell’esame si ricercano sempre, soprattutto nel contesto della ghiandola periferica, aree ipoecogene nodulari che sono assai suggestive per la presenza di una neoplasia maligna della prostata e che comunque impongono un approfondimento clinico o bioptico ecoguidato.

Cistoscopia

Un sottile strumento flessibile a fibre ottiche con all’estremità una piccola telecamera viene inserito nell’uretra e consente di individuare anomalie e patologie a carico della vescica e delle basse vie urinarie come calcoli, polipi, diverticoli o tumori e di prelevare, eventualmente, piccoli campioni di tessuto da analizzare in laboratorio. Utile per indagare a fondo le cause di sintomi come la presenza di sangue nelle urine, dolore pelvico cronico, infezioni urinarie ricorrenti, minzione dolorosa, ritenzione o incontinenza urinaria, vescica iperattiva, segni di ingrossamento della prostata e quando esami precedenti facciano sospettare l’esistenza di calcoli o lesioni tumorali.

Uroflussimetria

Esame non invasivo, indolore e privo di rischi. Si esegue in presenza di sintomi come difficoltà ad urinare, a svuotare completamente la vescica, urgenza minzionale, gocciolamento post-minzionale. La presenza di uno o più di questi sintomi può essere legata a molteplici patologie del basso apparato urinario. Tra le cause più comuni che possono alterare il flusso urinario, ricordiamo l’ipertrofia prostatica, la sclerosi del collo vescicale, le stenosi uretrali, le neoplasie vescicali situate in prossimità del collo vescicale. Questo test insieme all’ecografia prostatica transrettale o alla uretrocistografia retrograda e minzionale chiariranno la diagnosi.

Ecocolordoppler penieno dinamico

Indicato per disfunzione erettile su base vascolare, in pazienti affetti da aterosclerosi, diabete, ipertensione o da altri fattori di rischio cardiovascolare, integrato dalla diagnostica dedicata. In caso di disfunzione erettile, l’ecocolordoppler penieno serve ad accertare le condizioni delle arterie del pene al fine di valutare se sono integre e se portano sangue ai corpi cavernosi in quantità e pressione sufficienti. In caso di ecocolordoppler dinamico, le strutture in esame vengono stimolate con farmaci vasoattivi che permettono un’erezione su base farmacologia. L’Ecocolordoppler è un esame che va plasmato sul paziente, modificando i parametri e avendo le giuste competenze.

Biopsia prostatica ecoguidata

La biopsia prostatica si esegue ambulatorialmente con anestesia locale. Consiste nel prelevare piccoli frammenti di ghiandola prostatica attraverso un ago, guidato dalla sonda ecografica tansrettale. Si prescrive per sospetto tumore della prostata, per elevato valore del PSA o la presenza di noduli rilevati all’esplorazione rettale. Nel corso dell’esame non si utilizzano radiazioni, né l’indagine presenta rischi nel lungo termine. È consigliabile astenersi dall’attività sessuale per 2/3 giorni successivi all’esame, per il resto si riprende da subito la vita normale

Richiedi una visita con il Dottore

Compila il Form per essere ricontattato

Come si svolge la visita:

Per prenotare un appuntamento contatta la
segreteria del Centro Urologico

  • Contatta la Segreteria
  • Ti ricontatteremo per darti informazioni
  • Prenota la Visita
SIAMO APERTI

Lunedì - Venrdì 10:00 - 20:00

CONTATTI

Mobile: +39 348 3858174
Tel: +39 06 5000636